il P2Plending splendida alternativa ai titoli di stato

l'investimento obbligazionario è sempre più complicato : lo testimoniano i fondi corporate bond a 4 e 5 stelle Morningstar che concludono il loro 2018 come annus horribilis con una perdita media del 2,44%. I Btp decennali faticano a superare il 3 % medio annuo lordo. Quali alterniteve si possono prendere in considerazione ?

da qualche anno ormai i tassi di interesse delle banche centrali prossimi allo zero stanno deludendo gli investitori obbligazionari , quelli con meno attitudine al rischio ed alla volatilità. Le dinamiche del mercato dei bond sono tali per cui l'attesa di un ipotetico e timido rialzo dei tassi penalizzerà certamente le obbligazioni con una duration superiore  al breve termine (BTP , Corporate bond) che di solito erogano un interesse più gratificante al  risparmiatore più cauto. Considerando il fatto che i rendimenti dei titoli più brevi (BOT , CCT) non sono particolarmente remunerativi  essendo , in questo contesto economico , prossimi allo  zero, il risparmiatore di breve termine incontra oggi molta difficoltà nel gratificare l'allocazione del proprio capitale privo di rischio.

Il P2P lending , nato nei paesi anglosassoni da ormai quasi otto anni , diffusosi anche in Europa , consente di ottenere rendimenti soddisfacenti ai risparmiatori che pretendono una performance finanziaria priva di rischio e volatilità.  Le piattaforme fintech di P2P lending mettono in contatto le PMI alla ricerca di finanziamenti alternativi alle banche tradizionali  con investitori/prestatori alla ricerca di rendimenti per il proprio capitale di breve termine. Le PMI remunerano i finanziamenti dei prestatori profilati dalle piattaforme con tassi più bassi rispetto al normale costo del denaro per la categoria , erogando al risparmiatore un interesse particolarmente gratificante se confrontato con le asset class di breve termine. Questa dinamica consente ai risparmiatori di fare " da banca " alla piccola e media impresa , il tutto in un contesto regolato dalle istituzioni preposte alla tutela del risparmio.

BorsaDelCredito è la piattaforma italiana Fintech più autorevole ed efficiente. Il fondo di garanzia elaborato dalla società consente di proporre un rendimento certo e privo di rischio, gestendo la remunerazione del costo del finanziamento dei richiedenti in modo che alimentino , con la restituzione degli interessi , un fondo che verrà utilizzato nel caso in cui si manifestassero defezioni momentanee da parte di qualche richiedente.

Il profilo gestito di BorsaDelCredito consente ai risparmiatori/prestatori di ottenere un rendimento del proprio capitale di breve periodo certo e garantito , pari oggi a poco più del 5 % lordo annuo , performance certamente interessante e particolarmente competitiva se paragonata ai rendimenti di breve termine o ai titoli di stato con duration non superiore ai 12 mesi. Il breve termine del tasso di BorsaDelcredito è dovuto al fatto che i prestatori posso investire e richiedere la restituzione del prestito senza vincoli temporali. la tabella riportata riassume in termini numerici il ragionamento qui esposto.

Nel caso in cui chi legga questo blog volesse approfondire la proposta di BorsaDelCredito con un supporto professionale e privo del conflitto di interessi tipico delle reti di promozione finanziaria tradizionale , scriverà a info@carlomartinuzzi.it per ottenere un codice di convenzione all'investimento fintech qui descritto.

Scrivi il tuo commento